REACT

artprice

Sintesi del Progetto CoCoCo

Associazione Culturale REACT

L’Associazione Culturale REACT (Ricerca Esperienze Arte ConTemporanea) vuole, con il suo impegno e la passione dei suoi associati, potenziare l’offerta di cultura, soprattutto sul fronte dell’arte contemporanea, attraverso un modo non convenzionale di fare mostre, eventi e incontri per coinvolgere giovani, nuovi cultori, appassionati, collezionisti ma anche ragazzi e/o alunni di classi di scuole medio-superiori insieme ai loro professori.

Proprio per “raggiungere” meglio i ragazzi delle scuole superiori, nasce l’ultimo progetto culturale, ideato da REACT (http://www.react.it), chiamato CoCoCo (Conoscere e Comprendere il Contemporaneo), ispirato al fatto che l’artista contemporaneo è spesso un precario nella nostra società (un collaboratore esterno… come si dice riferendosi al contratto di lavoro “cococo”) e questo è un fattore negativo, se significa, per il grande pubblico e per le nuove generazioni, non riuscire a stabilire rapporti continuativi con la sua espressione artistica.

REACT vuole limitare/eliminare il lato oscuro di questa situazione, portando a conoscenza del pubblico, nel termine più esteso possibile, i linguaggi espressivi dagli artisti contemporanei…. L’iniziativa CoCoCo è ideata in una programmazione poliennale basata su due appuntamenti annuali, che, pensati in particolare per una migliore fruizione scolastica, sono collocati nel periodo Ottobre/Novembre e Marzo/Aprile.

Alla base di questo progetto, come detto, sta la volontà di aprire una finestra periodica sull’arte contemporanea, per un pubblico eterogeneo, senza barriere culturali di nessun tipo, previlegiando il rapporto con le scuole, gli alunni delle quali parteciperanno in prima persona all’iter delle mostre stesse, attraverso un percorso creato “ad hoc” ogni volta per loro: verranno infatti a visitare le “vernici” delle mostre, potranno parlare e collaborare con gli artisti invitati, anche attraverso una serie di lezioni non convenzionali nella loro scuola/classe. Il progetto è incentrato su un obiettivo fondamentale: che le mostre diventino un punto di riferimento culturale vivace e stimolante per tutti.

Come luogo di incontro e scambio, l’evento espositivo offre anche l’occasione per discutere ed approfondire tematiche strettamente legate al quotidiano, dando molteplici spunti per riflessioni di carattere linguistico, sociale e politico di sicuro interesse, per una valida ed efficace iniziativa didattica. Gli artisti invitati sono scelti con il supporto di critici di valenza nazionale, che cercheranno perciò in questo caso di usare un linguaggio più facilmente adattabile a tutti i fruitori. La prima edizione, di CoCoCo, ha visto la partecipazione dell’artista Alessandro Bulgini, che vive e lavora a Torino, con l’installazione dal titolo: “Hairetikos”, nella Chiesa del Luogo Pio, a Livorno, inaugurata il 12 Aprile 2008. Il critico scelto è Giacomo Zaza, ideatore di eventi espositivi per spazi pubblici e centri d’arte contemporanea internazionali.

REACT, nell’ambito del progetto, è riuscita a svolgere un ampio lavoro di disseminazione che ha permesso di entrare in contatto con i principali istituti scolastici ed istituzioni cittadine. I primi “esperimenti” hanno coinvolto in particolare alcune classi del Liceo Scientifico “F. Cecioni” di Livorno proprio perché esso propone, nella sua offerta didattica, un’indirizzo “artistico” specifico.

Con il contributo della Fondazione Cassa di Risparmi di Livorno.